Ultimi Articoli
  • sintetizzare

    Nell’era dei tagli, ecco i “tagliatori di testi” sui social

    Nell’era della comunicazione globale i controsensi delle abbreviazioni, dei twitt, degli emoticon e della brevità forzata nel linguaggio scritto e parlato, stanno tagliando gran parte della nostra capacità di espressione, proprio come l’uso smodato dell’inglese nel nostro Paese sta distruggendo la lingua italiana. Vi riportiamo alcuni degli esempi più comuni, chi di voi non ha già letto…

  • urlofiorello

    Dopo l’orrore della cronaca anche il teleorrore

    Ci voleva Fiorello a fare il giusto clamore sul grave problema dell’ansia indotta dai continui e reiterati “approfondimenti giornalistici” (li chiamano così) dei più drammatici fatti di cronaca che le televisioni nazionali ci propinano quotidianamente. E’ un fenomeno disgustoso che si è diffuso sempre più partendo soprattutto dal caso Avetrana. La vita è già difficile di per…

  • facebook-le-dirette-patetiche

    Il brutto della diretta

    Assistiamo ogni giorno su Facebook a centinaia di dirette video, che poi si trasformano in registrazioni storicizzate a futura memoria, che definire patetiche potrebbe sembrare un eufemismo. Perché si è generato questo fenomeno nonostante la indubbia validità di questo nuovo strumento informatico? Il problema sta nel caos indotto dalla saturazione. E’ una regola che vale…

  • apolidi_forzati

    Apolidi forzati

    Leggo su un diario di Facebook un forte sfogo di una utente che maledice la classe dirigente italiana per non aver creato le condizioni per non costringere i propri figli, insieme a centinaia di  migliaia di altri giovani disoccupati, a fuggire all’estero in cerca di un futuro che in Italia sembra impossibile poter trovare. La…

  • sparlamento

    Sparlamento

    E poi napolitano pontifica contro chi fa anti-politica! Ma come si fa a dare ancora credito a questa classe di fenomeni da baraccone composta da ignoranti senza titolo di studio, da corrotti che si sono venduti a chiunque, da personaggi che non sanno mettere tre parole in italiano una dietro l’altra ma che vanno continuamente…

  • bufale_ovunque

    Attenti alle bufale sulle bufale

    Fate un po’ come volete, per carità! Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma credo sia corretto, nei confronti degli amici e di chi ci sta intorno senza atteggiamenti antagonistici, far rilevare certe anomalie che sembrano passare inosservate nell’enorme flusso di informazioni che giornalmente ci travolge sia sul web, con i social network in…

  • societaimpazzita

    Di te non gliene frega niente a nessuno

    Ho trovato spunto da un video postato su YouTube da Marco “Monty” Montemagno, un vero e proprio guru della social-comunicazione, per fare una riflessione sui rapporti interpersonali contemporanei, sugli atteggiamenti più frequenti che si riscontrano nelle masse popolari e sul menefreghismo imperante che ha rovinato tutto nella società contemporanea.   Montemagno rileva che ormai di…

  • telegrafo

    La sintesi nell’epoca della comunicazione è anacronistica

    Ora anche il social network “Twitter” si è pentito di questa scelta iniziale (che comunque l’ha caratterizzato nel panorama dei social) e, come Facebook, ha aperto al dialogo completo senza limiti nei caratteri. D’altra parte si ci è resi conto che la sintesi alla Twitter è più un vezzo che una necessità, come accadeva invece…

  • championsleague

    Il calcio: che barba, che noia, che noia, che barba

    Ieri sera ho visto in tv la finale di Champions League di calcio. Incontro enormi difficoltà ogni volta che tento di pronunciare quel maledetto nome che hanno voluto dare a questo torneo europeo, una volta chiamato romanticamente “Coppa dei Campioni”. Mia moglie sembra sempre aspettare con ansia quel fatidico momento, nel quale le preannuncio il…

  • referendum

    Il referdubbium

    La confusione mediatica è asservita al fallimento del referendum; su questo non ci piove.  Più caos si crea meno gli Italiani vengono invogliati a votare, più dubbi si seminano sull’opportunità referendaria meno si comprendono i veri motivi per i quali occorre recarsi alle urne. Ma il referendum propone solo una scelta semplicissima: concedere alle compagnie…

Focus

  • mostra_di_mostri
    Le mostre dei mostri

      Il caso è di una mostra allestita a Palermo (e se no dove?) con l’esposizione di quadri (o pseudo tali) di un certo Gaspare Mutolo, noto come ex-uomo d’onore, come ex-protagonista del primo Maxiprocesso alla mafia, come ex-pentito e collaboratore di giustizia ai tempi dei Giudici Falcone e Borsellino.

    Read more
  • urlofiorello
    Dopo l’orrore della cronaca anche il teleorrore

    Ci voleva Fiorello a fare il giusto clamore sul grave problema dell’ansia indotta dai continui e reiterati “approfondimenti giornalistici” (li chiamano così) dei più drammatici fatti di cronaca che le televisioni nazionali ci propinano quotidianamente. E’ un fenomeno disgustoso che si è diffuso sempre più partendo soprattutto dal caso Avetrana. La vita è già difficile di per…

    Read more
  • facebook-le-dirette-patetiche
    Il brutto della diretta

    Assistiamo ogni giorno su Facebook a centinaia di dirette video, che poi si trasformano in registrazioni storicizzate a futura memoria, che definire patetiche potrebbe sembrare un eufemismo. Perché si è generato questo fenomeno nonostante la indubbia validità di questo nuovo strumento informatico? Il problema sta nel caos indotto dalla saturazione. E’ una regola che vale…

    Read more
  • apolidi_forzati
    Apolidi forzati

    Leggo su un diario di Facebook un forte sfogo di una utente che maledice la classe dirigente italiana per non aver creato le condizioni per non costringere i propri figli, insieme a centinaia di  migliaia di altri giovani disoccupati, a fuggire all’estero in cerca di un futuro che in Italia sembra impossibile poter trovare. La…

    Read more
  • sparlamento
    Sparlamento

    E poi napolitano pontifica contro chi fa anti-politica! Ma come si fa a dare ancora credito a questa classe di fenomeni da baraccone composta da ignoranti senza titolo di studio, da corrotti che si sono venduti a chiunque, da personaggi che non sanno mettere tre parole in italiano una dietro l’altra ma che vanno continuamente…

    Read more
  • bufale_ovunque
    Attenti alle bufale sulle bufale

    Fate un po’ come volete, per carità! Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma credo sia corretto, nei confronti degli amici e di chi ci sta intorno senza atteggiamenti antagonistici, far rilevare certe anomalie che sembrano passare inosservate nell’enorme flusso di informazioni che giornalmente ci travolge sia sul web, con i social network in…

    Read more
  • societaimpazzita
    Di te non gliene frega niente a nessuno

    Ho trovato spunto da un video postato su YouTube da Marco “Monty” Montemagno, un vero e proprio guru della social-comunicazione, per fare una riflessione sui rapporti interpersonali contemporanei, sugli atteggiamenti più frequenti che si riscontrano nelle masse popolari e sul menefreghismo imperante che ha rovinato tutto nella società contemporanea.   Montemagno rileva che ormai di…

    Read more
  • telegrafo
    La sintesi nell’epoca della comunicazione è anacronistica

    Ora anche il social network “Twitter” si è pentito di questa scelta iniziale (che comunque l’ha caratterizzato nel panorama dei social) e, come Facebook, ha aperto al dialogo completo senza limiti nei caratteri. D’altra parte si ci è resi conto che la sintesi alla Twitter è più un vezzo che una necessità, come accadeva invece…

    Read more
  • championsleague
    Il calcio: che barba, che noia, che noia, che barba

    Ieri sera ho visto in tv la finale di Champions League di calcio. Incontro enormi difficoltà ogni volta che tento di pronunciare quel maledetto nome che hanno voluto dare a questo torneo europeo, una volta chiamato romanticamente “Coppa dei Campioni”. Mia moglie sembra sempre aspettare con ansia quel fatidico momento, nel quale le preannuncio il…

    Read more
  • espulsione
    Il calcioscommesse da espellere

    La società moderna è diventata un trionfo di contraddizioni e antinomie, specialmente quando lo stato (con la s minuscola) da un lato detta leggi e regole e d’altro puntualmente le disattende per farne profitto. Ne ho parlato nel recente passato in tante occasioni: per esempio il caso “fumo”, fa male, è vietato pressoché dappertutto, ma…

    Read more

in Evidenza