Ultimi Articoli
  • La congiura dei pazzi torna di moda

    L’Italia è un paese di pazzi: prima, tutti a dire peste e corna di un pluriassassino fuggito in Brasile, sbeffeggiando palesemente le sue vittime e le autorità giudiziarie italiane che cercavano di catturarlo, vergognosamente protetto da un sistema occulto che ancora dev’essere individuato; oggi, che è stato finalmente preso e trascinato in Italia per essere…

  • Chi sbaglia deve pagare, non solo i Paesi Membri

    Dopo oltre otto anni gli inqualificabili burocrati di Bruxelles SI ACCORGONO solo ora di aver agito con arroganza, cecità politica e tirannico assolutismo, “calpestando la dignità della Grecia” (sono parole di Juncker), facendo rischiare l’Italia e mettendo perfino in pericolo la tenuta stessa dell’euro. Leggete come riferimento l’articolo di Panorama che vi ripropongo qui. Certo ce…

  • Telecamere nelle scuole e nelle case di riposo

    Forse non avete fatto caso all’irrazionale circostanza che certi eventi, prima del tutto assenti o almeno poco presenti nelle cronache giornalistiche, diventano improvvisamente “fatti quotidiani“, con una ripetitività che li fa apparire quasi scontati episodi della nostra vita di tutti i giorni. Spesso si tratta di vicende gravi che, proprio per la loro inspiegabile ciclicità, rischiano prima o…

  • Teorema dell’evoluzione mentale umana

    Prima (e unica) legge dell’evoluzione mentale umana:Il grado d’intelligenza della massa popolare è inversamente proporzionale al livello tecnologico dei computer e dei cellulari e direttamente proporzionale ai cambiamenti dell’insegnamento scolastico.

  • I capi sono spesso i veri deficienti

    Questa vignetta vuole celebrare i manager dementi che hanno invaso l’Italia negli ultimi dieci anni in tutti i settori di lavoro, dalla sanità alle banche, dal pubblico al privato.Amministratori delegati, dirigenti, responsabili delle risorse, presidenti d’azienda ecc. ecc., sempre in cerca di profitti più corposi tramite riduzioni, sempre più pressanti, del costo del lavoro, convinti che nell’era digitale la tecnologia possa soppiantare interamente l’intervento umano, hanno operato riduzioni e tagli continui al personaledelle loro…

  • Ben venga la polemica

    Qualcuno mi ha accusato di essere polemico, ma sinceramente la cosa non lede minimamente la mia autostima e non resto di certo sconcertato da questo addebito. La polemica, quando non è strumentale o fine a se stessa, non è certo una negatività. Spesso mette a fuoco un problema, altrimenti occulto, facendone oggetto di dibattito, magari…

  • Fu bancomat

    Un articolo del 19 settembre 2018 della sezione palermitana del quotidiano on line “Repubblica.it” denuncia la quasi totale assenza di agenzie bancarie nel centro storico di Palermo, una carenza che sta esasperando sia i cittadini sia, cosa ancor più grave, i turisti. Ma dietro questo caso c’è un gravissimo fenomeno che si sta estendendo a macchia d’olio nel…

  • Veleno mediatico

    Attenti a “ingoiare” senza alcun antidoto tutto quello che viene prodotto dai media e dai social, potrebbe nuocere gravemente alla salute. Sono stati segnalati casi di demenza precoce, rimbambimento, allineamento politico indotto, ignoranza allo stato terminale, depressione psichica e, in rari casi, tendenze suicide. In caso di avvelenamento rivolgersi subito allo psichiatra o ingerire una…

  • Diritti e rovesci dell’umanità

    Lettera aperta a Michelle Bachelet. Il primo settembre di quest’anno Michelle Bachelet, due volte presidente del Cile, ha iniziato a rivestire l’incarico di Alto Commissario Onu per i Diritti umani.

  • Dai segnali di fumo al codice binario

    Nel suo film “Palombella rossa“, del lontano 1989, Nanni Moretti diceva: “Come parla? Le parole sono importanti“; purtroppo quella perla cinematografica non è stata in alcun modo ascoltata, e forse non è stata mai compresa dalla grande massa degli italiani. La disgrazia della “moda” orrenda di deformare le parole o di “risparmiarle”, come si faceva una volta…

Focus

  • A Palermo la Favorita non è di certo l’auto

    Ma sì! Palermitani, scendete dall’auto e spingete a mano la vostra vettura! Chi vive a Palermo può svegliarsi ogni giorno con una sorpresa nuova. “Il Comune lavora per voi!“, direbbe lo slogan istituzionale; così, ogni sacrosanta mattina, chi prende l’auto per andare a lavorare si ritrova a fare i conti con le estemporanee invenzioni geniali…

    Read more
  • 10 anni fa “M.M.M. – Mute Mutazioni di Massa”

    E’ datata 2007, ben dieci anni fa, la mia personale “M.M.M. – Mute Mutazioni di Massa“. Sono passati tanti anni da allora ma il ricordo di quell’esposizione, all’ex-Convento della Magione di Palermo, è ancora molto vivo nella mia mente, sia per il grande numero di visitatori, sia per il riscontro di critica che ho ricevuto per quel…

    Read more

in Evidenza