Ultimi Articoli
  • La gogna mediatica no

    Mi sono sempre schierato a favore dei servizi televisivi di Stefania Petix su “Striscia la Notizia“, ma stavolta non sono assolutamente d’accordo con le sue performance più recenti che riguardano la lingua inglese.   Ho sempre evidenziato il ridicolo e smodato utilizzo di troppi inutili termini inglesi, specialmente nel mondo del lavoro, che hanno precisi omologhi…

  • Tele Merdaccia

    No, non è casuale. Le tv puntano esclusivamente all’audience, fatta esclusione per Rai3, che ancora produce cultura, e alcune reti satellitari a tema documentaristico (History, National Geographic, Focus ecc.). Tutte le reti televisive ormai cercano solo il massimo della visibilità popolare, quindi è proprio la scadente qualità della platea che spinge i responsabili dei palinsesti a imbottire i programmi di roba tanto…

  • Viralità globale

    Una delle conseguenze della maledetta globalizzazione, che sta avvelenando la vita a gran parte dell’umanità, è l’agevole diffusione nell’intero pianeta di qualsivoglia problematica si possa sviluppare in un singolo lontano paese. Fenomeni come quello attuale del coronavirus cinese o della solita influenza annuale sono conseguenze della globalizzazione, che impone enormi movimenti di merci così come continui e massicci spostamenti di viaggiatori da e per tutte…

  • Chi sbaglia è pagato, e pure bene

    Una volta, tanto tempo fa, si diceva: CHI SBAGLIA PAGA. Oggi non è più così, anzi vale esattamente l’opposto: certi amministratori, ceo, manager (nel tempo hanno nascosto il loro reale cambiamento di ruolo dietro stupide sostituzioni di nomenclature) sono “profumatamente” pagati proprio per “sbagliare” e condurre al tracollo o alla lenta sparizione le stesse aziende da loro amministrate, magari…

  • La società competitiva è schizoide e infelice

    La nostra società è vittima sacrificale di un modello di vita che è stato imposto dal capitalismo sfrenato che caratterizza l’era moderna. La principale strategia adottata è stata quella di legare la felicità al possesso di beni materiali, non è da meno però anche la tattica meno appariscente che vuole far corrispondere il massimo delle gratificazioni personali…

  • Le zecche di Stato

    Per aprire un negozio in questa folle Italia del terzo millennio occorre affrontare un vero e proprio calvario: servono addirittura ben 65 autorizzazioni. Lo conferma un articolo del 24 novembre u.s. del quotidiano on line “ilmattino.it” (cliccate qui per leggerlo). E poi, come se non bastasse, subito dopo si presentano perodicamente: i vigili urbani, la guardia di finanza, l’agenzia delle entrate, la siae (se…

  • Informicidi: la verità violentata dai media scorretti

    Il mondo intero si è ribellato alle fake news che hanno inquinato l’informazione e l’opinione pubblica in questi ultimi tempi.Ma non risultano meno infestanti delle celebri bufale certi atteggiamenti della carta stampata, delle tv pubbliche o private, e dei giornali on line che, per ottenere maggiore audience, distorcono l’informazione fino ad alterarne la corretta percezione…

  • Occorrerebbe una legge per impedire le delocalizzazioni

    Deitalianizzare, l’hanno già fatto centinaia di aziende nel recente passato, fra tutte quella che ha fatto maggiore scandalo è stata la Fiat che Marchionne volle a tutti i costi (costi pagati dai lavoratori ovviamente) delocalizzare fuori dal nostro Paese. Oggi sembra farsi avanti in tal senso anche Unicredit, azienda di credito ITALIANA di respiro internazionale, fra le più importanti in Europa….

  • Che bravo quell’asino! Lo ha detto la tv

    La società ha accettato passivamente il concetto (gravissimo) che qualità e talento di un personaggio qualunque vengano decisi autonomamente dai media e dalle aziende che producono spettacolo e intrattenimento (come le case discografiche). Oggi anche un pezzo di legno, senza neppure essere Pinocchio, diventa facilmente “il cantante del momento“, già un asino ragliante avrebbe magari maggiori meriti per essere popolare,…

  • Basta con le sfide e le scommesse, statevene tranquilli

    “I bambini devono essere felici, non essere i migliori“, questo è il titolo di un interessantissimo articolo pubblicato sul “portalebambini.it” (cliccate qui  per leggerlo interamente). E’ verissimo, ma il concetto vale anche per i genitori. Inoltre la felicità abbandona gli “scontenti” sempre in competizione con gli altri anche quando non ce n’è bisogno. D’altra parte la rivalità sociale è proprio uno…

Focus

  • W l’Italia

    Alla facciaccia di chi dico io…e nonostante tutto…Sono felice ed orgoglioso di essere ITALIANO Viva l’Italia almeno per altri 150 anni.  

    Read more
  • A proposito di 17 marzo 2011

    Il 17 marzo 2011 festeggeremo il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Io avrei un’idea per celebrare meglio questo giorno solenne:

    Read more
  • Donne vuote e “vuoto” di scambio

    Questo è il video dell’ultimo lavoro di una straordinaria Carmen Consoli (cliccare all’interno dell’articolo per visionarlo). E’ necessario vederlo almeno una volta, specialmente in occasione dell’8 marzo (festa della donna), e divulgarlo il più possibile per prendere e far prendere coscienza dell’assoluto degrado che l’immagine femminile ha conseguito negli ultimi tempi a causa di quella…

    Read more
  • Ci sentiamo morire ogni giorno di più

      Giorno dopo giorno ci sentiamo morire quando vediamo “figli” straziati sull’asfalto, in mezzo a campi brulli, dentro oscuri boschi selvaggi, o nei lontanissimi e polverosi deserti di paesi a noi del tutto estranei. Ci sentiamo morire perché sono figli, non importa di chi, ma sono sempre figli.  

    Read more
  • Il potere nuoce gravemente alla salute

    Lo stupido “Postulato di Andreotti” che recita: <<il potere logora chi non ce l’ha>> ha avuto di recente la sua ennesima dimostrazione di totale inesattezza e di massima ottusità.

    Read more
  • Attenti agli avvoltoi

    Dovunque ci giriamo ci sono bestie feroci che tentano di azzannare i nostri portafogli. Dobbiamo stare attenti e diffidare di qualsiasi cosa, specialmente di tutto ciò che ci viene prospettato come inaspettato colpo di fortuna o come il più grande affare della nostra vita…dietro c’è sempre la fregatura. Per chi sta in agguato, in attesa di una…

    Read more
  • Quando l’insignificante assurge a pubblico dominio

    Famosi per la stampa, inutili per la società. La foto che vedete in alto costituisce il 70% della prima pagina di giorno 21 gennaio 2011 del Giornale di Sicilia. Lo spazio dedicato ad una tizia qualunque, resa celeberrima dai media solo per aver avuto rapporti (peraltro tutti da definire) col Presidente del Consiglio italiano, è…

    Read more
  • I segreti di Minkileaks (ovvero I segreti di Pulcinella)

    L’ultimo degli scandali mondiali è partito dal web, da un sito che vanta la diffusione di  notizie segrete rubacchiate qua e là dai data base informatici di alcuni dei più importanti governi del pianeta. Wikileaks e il suo “profeta” Julian Assange sono così assurti a fama globale, a vendicatori dei nostri tempi con la capacità…

    Read more
  • Letterina a Babbo Natale con elenco doni

      E’ naturale che a Natale, dopo i tanti elenchi di Faziana e Saviana memoria, non possa mancare un elenco di richieste di doni da inoltrare a Babbo Natale; quello che segue è il mio personalissimo elenco dei dieci regali che vorrei ricevere dal buon omino in rosso:

    Read more
  • Quando lo Stato diventa sciacallo

    Nelle pagine web di Wikipedia si legge questa definizione di “sciacallo”: << Specie di mammifero appartenente al genere dei “Canis” che si ciba abitualmente di animali morti. Nel linguaggio comune il termine "sciacallo" viene spesso usato in senso denigratorio per indicare chi trae in qualche modo giovamento dalla morte o dalle difficoltà altrui.>>

    Read more
  • Vieni via con me…a fare sciopero

    Dopo il grande successo di “Vieni via con me”, il programma di Fazio e Saviano su Rai3, mi voglio cimentare anche io nel proporre un elenco, proprio come hanno fatto tutti gli ospiti della fortunata trasmissione televisiva.  

    Read more
  • Il prossimo Campionato Italiano di Calcio 2011/2012 sarà finalmente genuino

    E’ una bella notizia per tutti gli sportivi veri, quelli amanti delle competizioni leali e genuine. Dopo una decina d’anni nei quali il Campionato Italiano di Calcio è stato manifestamente falsato e manipolato per favorire le tre società più ricche: Inter, Milan e Juventus, dopo il caso Calciopoli 1 e il successivo Calciopoli 2, che…

    Read more

in Evidenza