FABI

Commenti disabilitati su FABI 11

Alcune vignette realizzate per il Sindacato Autonomo Bancari FABI – Banco di Sicilia Segreteria di Palermo

 

 

Vignette - Sergio Figuccia

Societarizzazione - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia LE SOCIETARIZZAZIONI Nel vocabolario italiano Zingarelli la parola neanche esiste o almeno per ora. Evidentemente la velocità con la quale i grandi “Manager” dell’economia mondiale sfornano novità assolute è maggiore di quella con la quale gli studiosi della lingua italiana riescono a catalogare i neologismi. Negli ultimi dieci anni le menti della finanza dal loro cappello a cilindro hanno fatto uscire di tutto l’ultima nata è appunto la “societarizzazione” (sorella gemella della “terzializzazione” e della “esternalizzazione”). In sostanza si tratta di uno scimmiottamento di una tecnica americana spudoratamente speculativa. Si cedono a fantomatiche aziende esterne, facenti parte dello stesso gruppo societario, specifici incarichi svolti in precedenza dal personale dipendente dell’azienda principale o, in certi casi, interi rami della società stessa. Ragione ufficiale (alibi): far quadrare i bilanci aziendali riducendo le spese superflue e “ottimizzare la gestione amministrativa”. Motivazioni reali (occulte): in molti casi si tratta di creare inutili società di servizi, da smantellare magari successivamente “alleggerendo” così il Gruppo dal peso del personale ritenuto in esubero, senza dover subire attacchi sindacali. Tutto cio’ favorisce l’acquisizione graduale a prezzo stracciato, sotto forma di “spezzatino”, di buone aziende produttive da parte di ben precise lobby economiche. Risultati finali (effetti collaterali): Caos aziendale, rischi per i posti di lavoro del personale interno “spostato” in modo coatto nelle nuove società esterne.

Vignette - Sergio Figuccia

Modello giuditta - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia LE BANCHE CAMBIANO DI CONTINUO I PROPRI MODELLI OPERATIVI In seguito ai ripetuti ed inopinati incarichi affidati a società esterne di consulenza aziendale, molte banche si ritrovano a cambiare modello operativo ogni 2 o 3 anni. Motivazione reali (occulte): in molti casi si tratta di sostenere inutili società di consulenza, appositamente create per favorire i figli di certi politici o di noti uomini di affari che le dirigono; magari proprio quelli che hanno imposto un ben determinato Amministratore Delegato in quella ben determinata Banca che ha deciso di chiedere quella consulenza esterna. Tutto cio’ rientra probabilmente, fra i reali fattori stimolanti che hanno imposto le trasformazioni di tutte le banche in Spa. Risultati finali (effetti collaterali): Le modalità imposte dalle società esterne, troppo spesso non sufficientemente competenti in campo bancario, stravolgono il sistema di lavoro con indubbie difficoltà di assuefazione per la clientela ed enormi stenti per gli operatori allo sportello. Pertanto: Grande caos aziendale, difficoltà per la clientela, disagi del personale interno, con conseguenze sulle relative carriere spesso fortemente danneggiate, ulteriore sperpero di denaro per il difficile controllo delle nuove tipologie operative, ed infine frequente ritorno ai preesistenti funzionamenti dopo brevi periodi disastrosi di esperimento. Le Società di consulenza guadagnano impunemente milioni di euro per le loro riorganizzazioni fallimentari che fanno invece perdere denaro “a palate” alle aziende. Non sarebbe piu’ proficuo un coinvolgimento delle professionalità certamente reperibili all’interno delle stesse banche?

Vignette - Sergio Figuccia

Triplice - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia

 

 

 

Tavolo sindacale - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia

ESTROMISSIONE DELLA FABI DAL TAVOLO DELLE TRATTATIVE AZIENDALI
2004/2005: senza alcuna ragione valida il Sindacato Autonomo FABI viene estromesso dalle altre tre sigle, denominate “la triplice”, dal tavolo delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro dei bancari. Risultati finali (effetti collaterali): Per sciocche diatribe interne la rappresentanza dei lavoratori viene fortemente indebolita nei confronti dei datori di lavoro, che si presentano alle trattative con arrogante insolenza. Era accaduto anche nel 1983…corsi e ricorsi storici!

Vignette - Sergio Figuccia

Obiettivo rotto - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia

 

  Obiettivo Obiezioni - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia  NUOVI CRITERI PER LE VALUTAZIONI PROFESSIONALI DEL PERSONALE Sempre su mandato delle grandi SPA italiane, e sempre con notevoli esborsi di denaro da parte delle stesse, alcune società di consulenza (sempre loro) propongono nuovi criteri di valutazione dei lavoratori, chiamati ormai impietosamente “risorse umane”. Si basa tutto sugli “obiettivi” raggiunti o meno dal personale nell’ambito delle proprie prestazioni in seno all’azienda. Questi obiettivi sono ormai parametri obbligatori nei moduli di valutazione, nei quali deve essere esplicitamente indicato se il lavoratore “ha raggiunto”, “non ha raggiunto” o si è solo “avvicinato all’obiettivo”. Per chi è stato particolarmente bravo invece deve essere precisato che è andato “oltre l’obiettivo”. Tutto giusto ma questi famosi obiettivi sono stati assegnati solo al 40% del personale, anche perchè certe tipologie di servizio prestato non possono in alcun modo avere una specifica meta finale di lavoro. E allora come la mettiamo con la discriminazione all’interno dell’azienda ?

Vignette - Sergio Figuccia

Cambio epocale - Federazione ABI - Vignette - Sergio Figuccia

NUOVO SPOT TELEVISIVO E VECCHI STIPENDI Il Gruppo bancario Capitalia vara nel 2005 un validissimo spot televisivo molto surreale e di grande impatto emotivo. Vengono pubblicizzati sia il nuovo marchio, accostato a mezzo sole che fa capolino fra le nuvole, sia i grandi cambiamenti previsti per le tre banche di rete. Nonostante tutte queste innovazioni gli stipendi dei lavoratori dei tre Istituti di Credito non sono stati ancora equiparati, come peraltro la FABI chiede già da alcuni anni, ma da quest’orecchio la Capogruppo non ci sente!

Vignette - Sergio Figuccia

Sergio Figuccia

View all contributions by Sergio Figuccia

Website: http://blog.figuccia.com