Le farse delle borse

Commenti disabilitati su Le farse delle borse 10

Chi investe in Borsa, senza conoscere a fondo lo sciacallaggio perpetrato periodicamente dagli spietati speculatori che si muovono nell’ambiente, si ritrova spesso a raccogliere dai propri investimenti solo un mucchietto di mosche, per aver dato retta alle “terroristiche” notizie diffuse artatamente dagli organi ufficiali di stampa.

Se avete la pazienza e l’attenzione necessarie a memorizzare e analizzare tutti i passaggi precedenti e successivi ad ogni crisi borsistica, vi accorgerete che ad ogni “lunedì nero” (ma può essere anche un venerdì, un martedì e così via) precede sempre un giorno pieno di notizie “strane” su possibili “catastrofi” dei mercati, su dichiarazioni (puramente ipotetiche) di analisti del settore, o pseudo-tali, di crolli improvvisi dei prezzi di beni-rifugio come il petrolio, l’oro, il dollaro ecc..
Seguono poi giorni di panico diffuso fra i piccoli risparmiatori, che vendono tutto nel timore di perdere i loro micro-capitali, facendo però proprio il gioco degli “squali” che comprano tutto a prezzi stracciati, dopo che gli indici delle borse sono precipitati verso il basso.

La tragica sceneggiata si conclude così con “curiose” dichiarazioni di personaggi del mondo politico-economico, interventi istituzionali (es. BCE) in garanzia degli equilibri finanziari, e con il celebre “rimbalzo” borsistico che porta i valori delle azioni interessate dal “teatrino” a schizzare verso l’alto, superando spesso anche il valore iniziale pre-crisi.

Attenzione, questo ACCADE SEMPRE … E’ SEMPRE COSI’, quindi dietro questa oliata macchina mangia soldi c’è chiaramente una regia occulta e una strategia che strumentalizza tutte le falsità mediatiche per poter “rubare” denaro a palate dalle tasche di coloro che non hanno il coraggio e le capacità economiche per resistere a questo scempio finanziario.

La domanda è: a questo punto i giornalisti e i personaggi di cui sopra, sono collusi col sistema, costituendone perfino gli ingranaggi, o sono in totale buona fede?
E se risultasse vera la seconda ipotesi, perché continuano a prestarsi sempre a questo gioco al massacro?

Sergio Figuccia

View all contributions by Sergio Figuccia

Website: http://blog.figuccia.com

Similar articles